fbpx
Home / Reti Internet / Fibra FTTH / Cosa significano FTTC, FTTH e FWA
fibra-ottica-ftth-verifica-copertura-internet-casa
Verifica la copertura fibra ottica con Tariffa.it al tuo indirizzo e confronta le promozioni.

Cosa significano FTTC, FTTH e FWA

Le sigle FTTC, FTTH, FWA sono acronimi che indicano diverse architetture di rete internet.

Ma cosa significano queste sigle?

FTTC significa Fiber To The Cabinet (fibra fino all’armadio o “fibra mista rame” secondo la denominazione AgCom)
FTTH significa Fiber To The Home (fibra ottica fino in casa, letteralmente)
FWA significa Fixed Wireless Access (accesso ad internet senza fili da postazione fissa)

FTTC (Fiber To The Cabinet)

In un’architettura di rete FTTC, la fibra ottica alimenta un armadio “ripartilinea”, posizionato solitamente a poche centinaia di metri dalle abitazioni. L’armadio viene spesso chiamato cabinet e a tutti noi sarà capitato di vederne almeno uno lungo i marciapiedi delle nostre città.

Dall’armadio partono centinaia di doppini (coppie di cavi intrecciati) in rame, che collegano le unità immobiliari di ogni utente finale.

La distanza tra armadio e abitazioni è nella maggior parte dei casi inferiore ai 500 metri. In FTTC la distanza conta molto, perché ad alte frequenze (alte velocità) il segnale elettrico degrada rapidamente con l’aumentare della distanza.

I vantaggi della rete FTTC

Il vantaggio principale delle connessioni FTTC è che permette di ridurre la lunghezza della tratta secondaria in rame rispetto alla più diffusa tecnologia ADSL. Le tecnologie xDSL infatti funzionano meglio su brevi distanze e permettono in combinazione con le alte frequenze di raggiungere anche 100 o 200 Mbps in download.

Le reti FTTC sono una soluzione frequentemente adottata nei paesi, come l’Italia, che hanno una rete in rame consolidata, perché permette di ottenere prestazioni generalmente buone con costi di implementazione della rete bassi, coprendo in poco tempo tante abitazioni.

Gli svantaggi della rete FTTC

La FTTC sfrutta come tratta secondaria la rete in rame esistente, talvolta posata decine di anni fa. Di conseguenza, il degrado del rame spesso influisce anche in modo rilevante sulla qualità di servizio erogato su una linea fibra mista rame.

Inoltre, l’uso di alte frequenze genera tra i cavi delle interferenze, che non sono più trascurabili come avveniva per l’ADSL. Il fenomeno, noto come diafonia, può infatti ridurre la velocità della connessione.

Infine, in molti casi la distanza dall’armadio è superiore a 500 metri e quindi la velocità effettiva sarà tanto più bassa, tanto più il cabinet sarà lontano.

Diffusione in Italia

In Italia, l’architettura FTTC è largamente più diffusa in confronto a FTTH, principalmente per merito degli investimenti messi in atto da Telecom Italia a partire dal 2012.
AgCom stima che la copertura in FTTC a fine 2018 riguardi circa l’80% della popolazione

FTTH (Fiber To The Home)

FTTH è, invece, l’architettura che prevede di portare la fibra ottica fino a dentro le case/unità immobiliari degli utenti.

I vantaggi della rete FTTH

L’architettura è considerata un modello per quanto riguarda le connessioni Internet, per diversi motivi:

  • utilizza un mezzo trasmissivo (la fibra ottica) che soffre molto lievemente di dispersione, consentendo quindi di coprire lunghe distanze senza bisogno di rigenerare il segnale;
  • supporta velocità di trasmissione molto alte (1+ Gbps) e latenze (l’intervallo di tempo che intercorre fra il momento in cui viene inviato l’input/segnale al sistema e il momento in cui è disponibile il suo output) molto basse;
  • può funzionare in modo passivo, rimuovendo quindi la necessità di alimentare apparati in strada

Gli svantaggi della rete FTTH

Il principale svantaggio è legato all’alto investimento economico per lo sviluppo di questo tipo di rete correlato alla necessità dei lavori e degli scavi necessari per raggiungere fisicamente le unità immobiliari degli utenti finali.

Per portare la fibra FTTH dal nodo di rete più vicino alle abitazioni è necessario effettuare dei lavori di scavo, tipicamente lungo le strade, sebbene molto più “veloci” e meno “impattanti” rispetto al passato grazie alle più moderne tecnologie, richiedono comunque permessi, lavori stradali, posa di minitubi, il ripristino del manto stradale, la posa fisica dei cavi in fibra, nonché i lavori di accesso a case o condomini e la creazione all’interno dell’abitazione di una presa.

Tutte queste attività, prescindendo dalla sostenibilità economica, richiedono tempi ed investimenti economici e organizzativi molto rilevanti.

Diffusione in Italia

In Italia, le due infrastrutture FTTH principali sono quelle di Open Fiber, che ha l’obiettivo di raggiungere 270 grandi città entro la fine del 2020 + migliaia di piccoli comuni con il piano BUL e e Flash Fiber, joint venture tra Telecom Italia e Fastweb, che raggiunge già 29 grandi città.

FWA (Fixed Wireless Access)

FWA indica una connessione per l’accesso a Internet ottenuta tramite l’utilizzo di tecnologie senza fili, in particolare tramite antenne o BTS che trasmettono onde radio.

Alcuni esempi di operatori FWA e relative tecnologie sono:

  • Eolo con la tecnologia proprietaria EOLOwave. Nella versione “G” permette di raggiungere fino a 100 Mbps in download
  • Linkem con la tecnologia LTE (4G)
  • Tiscali con la tecnologia LTE (4G)
  • TIM e Vodafone anch’esse con una tecnologia della famiglia LTE

I vantaggi della rete FWA

Il vantaggio principale di questa tecnologia è quello di riuscire a raggiungere con un segnale radio senza fili tutte le zone rurali, semi urbane, collinari o montane, con case sparse, a bassa densità abitativa, che non possono essere raggiunte da tecnologie di accesso di rete fissa tradizionale come l’ADSL.

Gli svantaggi della rete FWA

I problemi principali delle connessioni wireless sono l’alta latenza e le (talvolta) scarse prestazioni dei collegamenti radio, legate alla saturazione delle BTS, cioè dalla banda/capacità totale disponibile per una determinata antenna in relazione al numero di utenti contemporanei connessi, con la conseguenza di una suddivisione/ripartizione di velocità massima reale raggiungibile a tutti i clienti connessi.

Come scoprire la migliore tecnologia per il proprio indirizzo di casa?

Con il comparatore per le offerte internet per casa di Tariffa.it scopri subito per ogni indirizzo italiano gli operatori che offrono connettività ADSL, fibra mista rame, fibra mista radio o fibra ottica. È sufficiente inserire il proprio indirizzo e civico per un confronto più puntuale tra gli operatori che offrono effettivamente il servizio in quella zona.

Per ogni tariffa visualizzata saranno visualizzate le tariffe degli operatori che offrono effettivamente copertura, il bollino AGCOM che contraddistingue la tecnologia e la velocità stimata rispetto alla nominale.

Il servizio è gratuito e l’operazione è più semplice di quanto si possa pensare, bastano pochi clic! Per chi preferisce, esiste la possibilità di farsi consigliare telefonicamente da un consulente di Tariffa.it per scegliere la migliore tariffa togliendosi dubbi e pensieri.

Leggi anche

wind-tre-fibra-adsl-copertura-internet-casa

Come verificare la copertura ADSL e fibra di WindTre.

Verificare la copertura ADSL o fibra WindTre quando si sceglie una nuova connessione internet per …