fbpx
Home / Guide e Consigli / Bonus Internet e PC 500 euro: le risposte alle (reali) domande più frequenti

Bonus Internet e PC 500 euro: le risposte alle (reali) domande più frequenti

Con questo articolo ci permettiamo di dare la nostra interpretazione alle domande reali degli utenti, anche quelle più “spinose”! 🙂

Tutte le parti in causa (Governo, mezzi di comunicazione, operatori del settore), hanno -secondo noi- contribuito a ingenerare confusione e incertezza nei consumatori con informazioni a nostro avviso NON sempre puntuali.

Come spesso accade, le norme hanno limiti, paletti, vincoli … e vanno interpretate negli svariati casi reali.
In altre parole: questa misura economica NON è accessibile a tutti, MA a chi rispetta determinati requisiti.

è ormai noto che possono richiedere il Bonus quegli utenti che soddisfino principalmente questi 3 requisiti.
✔️ hanno un ISEE inferiore ai 20mila euro;
✔️ NON dispongono di una connessione ad internet;
✔️ abitano nei comuni selezionati per l’incentivo;

In questi primi giorni di avvio della misura, tante sono state le domande poste dagli utenti.
Abbiamo raccolto le principali per cercare di fare un pò più di chiarezza e continueremo ad aggiornare questa pagina nei prossimi giorni.

Non ho figli che vanno a scuola. Posso chiedere il Bonus?
Avere dei figli in età scolastica NON è un requisito. Da questo punto di vista qualunque tipo di nucleo famigliare, se rispetta i requisiti di cui sopra, può chiedere il Bonus.

Ho più più di 60 anni. Posso chiedere il Bonus?
Anche in questo caso l’età NON è un requisito. Dalla maggiore età in avanti, chiunque può chiedere il Bonus, a patto di rispettare i requisiti di cui sopra.

In passato ho avuto una connessione ad internet in casa. Posso chiedere il Bonus?
L’importante è NON averla attiva in questo momento ovvero alla data in cui si fa la richiesta e si firma l’autodichiarazione.

Ho già una connessione internet attiva in casa. Posso chiedere il Bonus?
Se hai attiva una connessione ADSL, ovvero una connessione con velocità nominale inferiore ai 30 megabit, e la copertura al tuo indirizzo permette di passare a fibra FTTH o fibra misto rame FTTC, potrai richiedere il Bonus. O chiedendo al tuo operatore di “upgradare” la tecnologia di accesso a internet. Oppure cambiando verso un operatore che Ti garantisce una copertura a banda ultralarga maggiore di 30 megabit nominali. Se, invece, sei già attivo in fibra FTTH o fibra misto rame FTTC, la normativa NON prevede che tu possa richiedere il Bonus.

Ho appena sottoscritto un contratto e quindi  attivato una connessione ad internet. Come faccio a richiedere il Bonus?
Se hai fatto la richiesta a partire dal 9 di Novembre attraverso i canali di vendita degli operatori che offrono promozioni dedicate con il Bonus, sarà la compagnia telefonica -una volta raccolti i tuoi dati- ad inviare la richiesta del Bonus per tuo nome e conto.
Se, invece, hai richiesto e attivato prima del 9 di Novembre una connessione ad internet, NON potrai richiedere il Bonus, poiché valgono e vengono considerate solo le richieste di attivazione con offerta dedicata inserite a partire dal 9 di Novembre.

Se cambio operatore, posso richiedere il Bonus?
Cambiare operatore non è detto che possa servire. Come abbiamo visto sopra.
Se attualmente hai una connessione con tecnologia ADSL e puoi passare a fibra perché la copertura te lo permette, puoi cambiare operatore e chiedere il Bonus.
Se, invece, hai una connessione con tecnologia fibra FTTH o fibra misto rame FTTC, anche cambiando operatore NON potrai richiedere il Bonus.

Ho deciso di disdire la mia attuale connessione ad internet per chiedere una nuova attivazione con il Bonus.
Attenzione. Il senso di questa misura/agevolazione economica (come per tutti gli incentivi statali, basti pensare a quello per l’acquisto di automobili) è quello di aiutare/incentivare chi NON ha attualmente una connessione attiva a dotarsene, poiché importante ad esempio per la didattica a distanza. O per lo smart working. NON è pensata con l’obiettivo di far risparmiare chi ne possiede già una. Al di là della teoria. Nel momento della richiesta andrà firmato una auto dichiarazione in cui bisogna firmare ai sensi di legge (Civile e Penale) che alla data della richiesta del Bonus NON si possiede una connessione attiva con velocità maggiore di 30 megabit. Laddove ancora questo tema non fosse abbastanza chiaro: in caso di controlli il Bonus potrebbe essere revocato, con relativi addebiti di sconti fruiti. Quindi occhio! Il consiglio è sempre quello di fare le cose secondo le regole. 🙂

Ho già una connessione ad internet, come fare per richiedere il Bonus per il PC / Tablet?
L’elemento fondamentale previsto da questa misura economica è la richiesta di una nuova connessione a banda ultralarga.
NON esiste un Bonus SOLO per l’acquisto di un PC/tablet.

Posso fare la richiesta con il codice fiscale di un mio famigliare?
Leggi sopra per la teoria. Nella pratica il discorso non cambia. L’ISEE si basa sul nucleo famigliare.
Per cui si intende che se, ad esempio, un codice fiscale ha una connessione fibra già attiva, tutti i codici fiscali della famiglia collegati a quell’ISEE si intendono con connessione già attiva.

Ho una connessione ad internet attiva con tecnologia FWA. Posso chiedere il Bonus?
Questa è una buona domanda. Secondo la nostra interpretazione, la normativa non chiarisce sufficientemente cosa eventualmente possano fare i clienti attivi con tecnologia FWA e velocità nominale 30 megabit. Ovvero se possano upgradare la propria connessione a fibra, fibra misto rame, fibra misto radio a banda ultra larga come se fossero equiparati a clienti con attiva una connessione con tecnologia ADSL. Oppure se sono equiparati agli utenti con connessione a banda ultra larga e quindi NON potranno richiedere il Bonus. Seguiranno aggiornamenti.

Dove posso spendere i 500 euro del Bonus?
Una premessa: il Bonus Internet, PC e Tablet da 500 euro NON sono soldi che lo Stato Italiano bonifica sul tuo conto corrente e con i quali potrai comprare a piacimento prodotti e servizi.
Questo Bonus va considerato come un incentivo economico volto a ridurre/scontare il costo mensile ordinario di una servizio di connettività a banda ultralarga e alla dotazione di un PC o di un tablet per agevolare chi potrebbe trovarsi in difficoltà ad acquistarlo a prezzo pieno e non precludere, ad esempio, la possibilità di portare avanti una didattica a distanza in questo momento storico particolare. Per cui, riassumendo: tu puoi fare richiesta del Bonus tramite la compagnia telefonica a cui decidi di abbonarti. La compagnia telefonica riceverà dallo Stato Italiano questi soldi. Nel frattempo la compagnia telefonica Ti farà pagare il costo mensile di internet già scontato in fattura dell’importo del Bonus del Governo.

Leggi anche

Come chiedere il bonus Internet, PC e Tablet di 500 euro nelle Marche

Il Bonus Internet, PC e Tablet del valore di 500 euro partirà il prossimo lunedì …